Domande frequenti

Prestazioni dell’AVS

In quale giorno del mese sono versate le rendite?

Il diritto a una rendita di vecchiaia nasce il primo giorno del mese successivo al raggiungimento dell’età di pen-sionamento. Di regola le rendite vengono versate all’avente diritto al più tardi entro il 20 del mese sul suo conto postale o bancario.

La riscossione della rendita AVS può essere anticipata?

La rendita di vecchiaia può essere riscossa uno o due anni prima dell’età pensionabile (65/64) accettando una diminuzione del suo importo per tutta la durata del pensionamento. Questa diminuzione è calcolata in maniera da non provocare costi supplementari all’AVS. Infatti, le rendite di vecchiaia percepite prima dell’età ordinaria di pensionamento sono automaticamente finanziate dalla riduzione a vita delle stesse. Attualmente, la rendita anticipata è ridotta del 6,8 % per ogni anno d’anticipazione (Situazione a gennaio 2019).

Nonostante l’anticipazione della rendita, l’obbligo contributivo è mantenuto. I contributi AVS devono essere versati fino al raggiungimento dell’età pensionabile ordinaria.

Video esplicativi «Riscossione flessibile della rendita»

La riscossione della rendita AVS può essere posticipata?

Le persone che hanno raggiunto l’età di pensionamento ordinaria possono rinviare da un minimo di un anno a un massimo di cinque anni la riscossione della loro rendita. A quest’ultima sarà così aggiunto, una volta che se ne beneficerà, un supplemento mensile. Durante il periodo in cui la rendita è posticipata si può revocare il rinvio in ogni momento. Per questa ragione non è necessario fissare anticipatamente la durata del rinvio. La rendita posticipata provoca anche il rinvio della rendita completiva e delle rendite per i figli.

Video esplicativi «Riscossione flessibile della rendita»

È possibile fare un calcolo anticipato della rendita?

Il calcolo anticipato della rendita fornisce delle indicazioni circa le probabili rendite future dell’AVS/AI. Il calcolo anticipato è determinato in base alla situazione personale attuale del richiedente (stato civile, composizione della famiglia, ecc.) e al diritto applicabile al momento del calcolo. Cambiamenti nella situazione personale o nel diritto in vigore possono avere ripercussioni significative sul diritto ad una rendita o sull’ammontare di quest’ultima. Il calcolo fornisce una stima non vincolante della rendita futura link. Un calcolo vincolante delle rendite può essere eseguito solo all’insorgenza dell’evento assicurato (vecchiaia, invalidità, decesso).

Quali condizioni devono essere adempiute per aver diritto a degli accrediti per compiti assistenziali?

Alle persone assicurate possono essere conteggiati accrediti per compiti assistenziali per gli anni in cui hanno assistito parenti bisognosi di cure. Per gli anni per i quali possono essere conteggiati accrediti per compiti educativi non si ha diritto ad accrediti per compiti assistenziali. L’accredito per compiti assistenziali ammonta al triplo della rendita minima annua. Per le persone coniugate l’accredito è suddiviso a metà durante gli anni civili di matrimonio. La media degli accrediti per compiti assistenziali si ottiene dividendo la somma degli accrediti per compiti assistenziali per la durata di contribuzione complessiva.

Una volta raggiunta l’età AVS, la rendita di vecchiaia viene corrisposta automaticamente dal mese seguente?

No. Chi desidera percepire la rendita di vecchiaia deve presentare domanda presso la cassa di compensazione. Si consiglia di presentare la domanda da tre a quattro mesi prima del raggiungimento dell’età pensionabile. In assenza di una domanda scritta le casse di compensazione non possono conteggiare né corrispondere alcuna prestazione. I moduli per la presentazione della domanda sono disponibili presso le casse di compensazione e le loro agenzie.

Come si calcola una rendita AVS?

Il calcolo delle prestazioni dipende da un lato dalla durata contributiva e dall’altro lato dai redditi conseguiti e sui quali sono stati prelevati i relativi contributi. Per ogni assicurato che versa contributi all’AVS è tenuto un conto individuale (CI) sul quale sono registrati i redditi realizzati durante l’attività lucrativa in Svizzera.

Dove deve essere presentata la richiesta di una prestazione AVS?

La richiesta per l’ottenimento di una rendita di vecchiaia o per superstiti deve essere presentata presso l’ultima cassa pensione alla quale negli ultimi tempi sono stati versati i contributi AVS.

I richiedenti con residenza all’estero possono ottenere maggiori informazioni al seguente link.