Domande frequenti

Dipendente

Come vengono riscossi i contributi paritari (procedura di conteggio ordinaria o semplificata)?

a) Procedura di conteggio ordinaria

I contributi delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti sono trattenuti dal datore di lavoro al pagamento di ogni salario e versati alla cassa di compensazione insieme al contributo a carico del datore di lavoro. Chi esercita un’attività lucrativa indipendente versa i contributi direttamente alla cassa di compensazione. In questo caso, la base di calcolo dei contributi è costituita dal reddito determinante per la riscossione dell’imposta federale diretta. È la cassa di compensazione che decide se una persona esercita o no un’attività lucrativa indipendente ai sensi dell’AVS.

b) Procedura di conteggio semplificata

La procedura di conteggio semplificata è pensata per i rapporti di lavoro di breve durata o di poco conto (il salario dei singoli lavoratori non supera i 21'330 franchi annui), come ad esempio le attività svolte in un’economia domestica privata. Il conteggio e la riscossione dei contributi sociali (AVS/AI/IPG/AD/assegni familiari) sono effettuati soltanto una volta all’anno.

Quali contributi devono versare i salariati?

Assieme al datore di lavoro, i salariati versano all’AVS/AI/IPG contributi paritetici pari al 10,25 % (5,125 % ciascuno) del reddito da lavoro (salario determinante). A questi si aggiungono i contributi all’assicurazione contro la disoccupazione (AD), che vengono tuttavia riscossi solo fino ad un determinato reddito. Fino ad un limite di 148'200 franchi, l’aliquota di contribuzione all’AD è pari al 2,2 per cento del salario annuo determinante. Per la parte del salario eccedente i 148'200 franchi il tasso contributivo AD ammonta all’1 %.

I contributi delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti sono trattenuti dal datore di lavoro al pagamento di ogni salario e versati alla cassa di compensazione insieme al contributo a carico del datore di lavoro.

In che modo vengono riscossi i contributi AVS se il datore di lavoro non è soggetto all’obbligo di contribuzione?

I salariati il cui datore di lavoro non è soggetto all’obbligo di contribuzione (determinate organizzazioni internazionali, rappresentanze di stati esteri quali ambasciate e consolati) versano essi stessi i loro contributi. Ai fini della registrazione e per ulteriori chiarimenti, i lavoratori interessati si annunciano alla cassa di compensazione cantonale del loro luogo di residenza o all’agenzia AVS locale.

I salariati il cui datore di lavoro non è soggetto all’obbligo contributivo pagano i loro contributi secondo il tasso valido per i datori di lavoro (quota del datore di lavoro e del salariato), ossia il 10,25 % (AVS/AI/IPG). Essi devono inoltre versare un contributo all’assicurazione contro la disoccupazione e alle spese amministrative.